Censimento Richieste Alloggi

Pubblicato il 2 agosto 2009 | Autore: | Categoria: Primo Piano

La Protezione Civile sta facendo un censimento per determinare le richieste e il fabbisogno di alloggi. Anche gli studenti che alloggiavano all’Aquila possono compilarlo, purchè la casa risulti avente scheda E, F o sia situata in zona rossa. Gli studenti possono barrare la voce “alloggi universitari”. Il censimento scade il 10 agosto. Leggete le istruzioni e compilate il modulo che trovate sul sito della Protezione Civile.

E’ possibile consegnare il modulo a mano nei punti identificati dalla Protezione Civile o per mezzo raccomandata con in allegato una copia del documento di riconoscimento a:

  • Comune dell’Aquila – Servizio Assistenza e Politiche Abitative, via Rocco Carabba 6, 67100 L’Aquila.

Per qualsiasi informazione, delucidazione e chiarimento è possibile recarsi agli uffici del comune dell’Aquila in Via Rocco Carabba, 6 (vicino alla Stazione ferroviaria, di fronte a Brico). A questo indirizzo si dovranno mandare le raccomandate con allegata copia del documento qualora non si consegni il modulo a mano.

  • è possibile mandare la raccomandata con ricevuta di ritorno anche dall’estero;
  • gli studenti in nero o abitanti nella Casa dello Studente possono mettere nell’apposita voce “abitata ad altro titolo”;
  • barrando alloggio universitario nel nucleo familiare non vanno indicate altre persone;

Per ulteriori informazioni potete chiamare il numero istituito dall’Università 0862701801.

Di seguito alcuni link utili

12 commenti
Lascia un commento »

  1. Sto compilando i moduli in questione.
    Per quanto siano gentili e disponibili i centralinisti del numero verde messo a disposizione dalla protezione civile, non si capiscono bene certi particolari.
    C’è chi dice una cosa, chi ne afferma un’altra, ma avrei una domanda: Dove li inserisco i miei coinquilini???
    Li metto tutti nello stesso modulo B, oppure ogni persona deve avere un proprio modulo, cioè un proprio stampato da allegare alla mia richiesta?

    Somebody help me!

  2. se vi mettete tutti insieme dovete fare una scelta diversa dall’alloggio universitario, entrando in “competizione” con gli aquilani. vi conviene fare richieste singole per “alloggio universitario”, tanto nn si sa cosa saranno o come saranno organizzati, quindi per l’assegnazione questa nn è la parola definitiva. anche perchè ci sono anche altri studenti (matricole, con casa a,b,c) che dovranno essere presi in debita considerazione per gli allogi. ai centralini nn sono preparatissimi sulla questione universitaria, per il semplice fatto che questo questionario nasceva inizialmente come solo per gli aquilani.

  3. Se aggreghi persone provenienti da diverssi nuclei familiari, l’iter corretto è considerare ogni persona come aggregato a parte.
    Pertanto un “dichiarante” fa la parte principale A, all’aggregato sul retro B si inserisce il referente del nucleo aggregato, se è uno studente univ significa solo se stesso, poi aggiungi retri (se stampi) o moduli (se metti gli originali). Se aggiungi moduli per ogni modulo ripeti nella parte A lo stesso e per ogni retro (B) aggiungi il singolo aggregato.
    Ricorda che il “dichiarante” firma anche su tutti i lati B. Naturalmente se spedisci fotocopia del documento del dichiarante e di tutti i “referenti” dei vari nuclei aggregati.
    Naturalmente questo non ssignifica che anche io consiglio di usare “alloggio universitario”, il che ovviamente potrebbe essere fatto sia da solo che con un nucleo in blocco di universitari.

  4. tecnicamente hai ragione info, ma cerchiamo di nn fare confusione. alloggio universitario è appunto un alloggio, nn un casa, un appartamento o altro. o meglio ad oggi nn si cosa sia ma la definizione lascia pochi dubbi su cosa sarà. quindi per un alloggio, singolo, fare domanda in più persone è un nn senso, anche se tecnicamente possibile.
    innanzitutto questo censimento, per gli universitari, serve per quantificare almeno in parte il fabbisogno. poi vedranno come sistemarli.
    per gli altri si sa già come fare (piano case, autonoma sistemazione e affitti) ed esistono dei punteggi proposti dal comune per l’attribuzione. scegliere altro rispetto all’alloggio universitario significa andare in coda agli aquilani e nn prendere nulla, nn facendo tra l’altro emergere il problema abitativo.

  5. ho una domanda:ma se una mia amica mi ha messo nel suo modulo come conquilina e spuntando poi alloggio universitario, io posso inviare una richiesta solo per me? anke perkè lei non ha la fotocopia del mio documento di identità…Grazie

  6. @martina
    se hai firmato quella richiesta, basta quella. nn puoi presentarne 2.

  7. non l’ho firmata perkè lei sta a salerno e io a pescara. poi cmq lei mi ha inserito insieme ad altre amiche nel nucleo familiare originario e nn in quello aggregato e lì nn ci va la firma…volevo sapere se la protezione civile ce lo considera cmq il modulo…

  8. ma chi era in erasmus, che ora ha terminato e gli anni precedenti ha avuto dimora stabile (documentabile) in AQ, cosa deve fare? Credo che sia un caso che non è stato contemplato…Non mi sembra giusto che debba rinunciare a priori a qualsiasi possibilità di agevolazione per gli alloggi. E’ sempre uno studente dell’Univ. di AQ, che vuole tornare nella sua facoltà.

  9. fino ad aprile vivevo all’aquila,da settembre dovrò tornarci solo per fare gli esami (1° anno fuori corso)…compilo lo stesso il modulo del censimento? grazie

  10. @martina
    il modulo lo considerano, anche se ogni studente singolarmente. per questo consigliavo di farlo singolo.l’importante è barrare alloggio universitario.
    @francesca
    ti consiglio di farlo ugualmente. è importante avere tante richieste per ottenere gli alloggi della scuola gdf. se poi nn ti servirà nn la prendi. però dai forza ad una lotta per gli alloggi

  11. purtroppo non tutti sono riusciti a sapere in tempo della possibilità di compilare questi documenti per la richiesta alloggi. non c’è un’altra possibilità per farlo?