Udu chiede a Regione Abruzzo risorse aggiuntive per il Diritto allo Studio all'Aquila

Pubblicato il 26 novembre 2009 | Autore: | Categoria: Borse di studio, Didattica e Strutture, Diritto allo Studio & Cittadinanza

L’Udu chiede che la Regione Abruzzo garantisca adeguate risorse per il Diritto allo Studio.

Ad oggi, infatti, l’amministrazione regionale non ha compiuto nessun atto a favore degli studenti dell’Università dell’Aquila.

Non sono state stanziate risorse per garantire la copertura delle borse di studio, nonostante il fatto che per l’A.A. 2008/09 la copertura sia ferma al 50% , per cui andrebbero garantiti almeno ulteriori 3.000.000 di euro per arrivare al 100%.

La situazione per l’A.A. 2009/10 è ancora drammatica, dal momento che tra gli studenti risultati idonei nella graduatoria, pubblicata ormai da settimane, nessuno risulta ancora beneficiario di borsa di studio.

La tassa regionale per il diritto allo studio è finalizzata, secondo la LR 91/94, esclusivamente al finanziamento delle borse di studio.

Pertanto, visto l’assoluto deficit di risorse, abolire anche la tassa regionale significherebbe lasciare senza borsa di studio tutti gli studenti idonei vincitori di un concorso pubblico.

Da questo punto di vista, è necessario un investimento ingente e straordinario sull’intero capitolo del Diritto allo Studio a L’Aquila, per finanziare l’intera copertura delle borse di studio, per ripristinare i servizi collettivi, quali mense, sale studio.

Tale richiesta di abolizione, in questo momento, rapprensenterebbe solo uno spot pubblicitario, dal momento che oltre 16.700 studenti l’hanno già versata iscrivendosi all’Ateneo aquilano.

Gli studenti chiedono alla Regione Abruzzo e all’Assessore Gatti risorse starordinarie che permettano la copertura di tutti gli idonei alla borsa di studio degli A.A. 2008/09, 09/10 e il ripristino dei servizi collettivi distrutti dal sisma.

I commenti sono chiusi