Firma anche tu per l'istituzione di un servizio navette all'interno della città dell'Aquila!

Pubblicato il 8 settembre 2010 | Autore: | Categoria: Primo Piano

SCARICA E FAI FIRMARE LA PETIZIONE

Il progetto cofinanziato dall’Anci, che ha come partner Comune dell’Aquila, Ama dell’Aquila, Università dell’Aquila e Adsu dell’Aquila, vede l’investimento per 400.000 euro, a cui si devono aggiungere le quote dei soggetti partner, prevede interventi per il miglioramento della città universitaria.

Nel contesto attuale appare prioritario per l’Udu prevedere interventi per il miglioramento della mobilità urbana.
Per permettere un collegamento funzionale e continuo tra i vari punti della città, l’Unione degli Universitari dell’Aquila propone un progetto che preveda quattro linee di navette.

Questa soluzione permetterebbe di risolvere il problema legato al collegamento tra le varie sedi universitarie. Si fa riferimento, per esempio, alla difficoltà oggettiva degli studenti che provengono da Rieti di raggiungere la sede di Bazzano della Facoltà di Lettere, oppure per gli studenti provenienti da Sulmona nel raggiungere la sede della facoltà di Ingegneria, sita alla ex-Optimes.

Si propongono 4 linee per permettere un trasporto veloce e continuo, evitando quindi di avere un’unica circolare che possa perdere di funzionalità. Si prevedono quindi dei “punti di scambio” tra le varie navette, in cui intersacare i percorsi, segnatamente Reiss Romoli, Motorizzazione, Fontana Luminosa.

In questa ottica si innestano i seguenti tragitti di navette,che sono da considerarsi corcolari continue:

  • Tratta Reiss Romoli – Fontana Luminosa: questa tratta prevede il passaggio della navetta su via P. Borsellino, viale Comunità Europea, il passaggio nella parte posteriore della Caserma Campomizzi, passaggio a Valle e Colle Pretara, giungendo alla Fontana Luminosa, punto di snodo con la tratta Stazione Paganica – Fontana Luminosa;
  • Tratta Stazione FFSS di Paganica-Fontana Luminosa: collegamento diretto con ex-Acron, sede della Facoltà di Lettere e Filosofia, passando da Paganica, Tempera per poi giungere alla Fontana Luminosa;
  • Tratta Stazione FFSS dell’Aquila – Stazione di Sassa: passando da dall’ex-Italtel, SS17, motorizzazione (punto di incontro con la tratta Optimes – San Salvatore);
  • Tratta Optimes – Ospedale San Salvatore Coppito: ex-Optimes, passaggio davanti alla Motorizzazione, punto di incontro con la linea Stazione l’Aquila-Stazione Sassa, passaggio davanti alla Reiss Romoli, punto di incontro con la tratta Reiss-Fontana Luminosa.

Inoltre si richiede una navetta in servizio nelle ore notturne che colleghi i vari punti della città e in particolare: Paganica – Tempera – Cimitero – Via Aldo Moro – Caserma Campomizzi – SS80 – Ospedale San Salvatore – Scuola Guardia di Finanza – Cese di Preturo- Sassa- SS17-Via Corrado IV – Croce Rossa – Via Strinella – S. Elia – SS 17 – Paganica

La soluzione prospettata permetterebbe di avere un collegamento veloce, rapido e continuo tra tutte le zone della Città, coniugando le esigenze sia dei cittadini che degli studeti universitari.

6 commenti
Lascia un commento »

  1. bellissima proposta!!!
    bisogna assolutamente migliorare il servizio di trasporto pubblico a l’aquila!!!!!!
    faceva abbastanza schifo anche prima del sisma ma ora con tutte le difficoltà e le varie dislocazioni dei poli universitari ( nonchè di tutti gli altri servizi essenziali), è una priorità assoluta avere linee efficienti dei mezzi pubblici!!!!! complimenti per l’idea, ancora una volta sono i giovani a capire problematiche reali e fare proposte concrete prima che gli enti si sveglino!!!…….quando sapremo se il progetto sarà approvato???

  2. Ma se questo progetto è cofinanziato dall’Anci ed è già ben articolato, perchè lo presentate come una vostra creazione?

  3. @ emanuele
    il progetto era approvato e ora con quei soldi si  vuole fare altro. per dare forza al progetto abbiamo lanciato una petizione indirizzata agli enti partner.
     
    @ carlo
    sappiamo bene che il progetto è articolato,  anche se una rimodulazione delle navette post-sisma nn c’era stata in maniera dettagliata. abbiamo questa proposta già a novembre 2009, senza ricevere risposta. oggi si scopre che invece quei soldi volgiono  fare tutt’altra fine. per questo stiamo rilanciando la proposta e una petizione per ridare forza al progetto approvato dai partner a suo tempo…

  4. […] peraltro, proprio in questi giorni sta di nuovo raccogliendo le firme per un progetto volto all’istituzione di navette diurne dirette tra le dislocate sedi […]

  5. Grande proposta!!!!!!!