Udu L’Aquila: si proroghi affitto mense universitarie

Pubblicato il 21 dicembre 2011 | Autore: | Categoria: Primo Piano

L’inizio del 2012 si prospetta drammatico per gli studenti universitari dell’Aquila.

Come comunicato dalla Sge all’Adsu, il 31 dicembre scadrà l’affitto dei moduli Algeco posizionati nel parcheggio della Optimes e di Coppito, nei quali vengono svolti i servizi essenziali quali mensa e bar.

L’affitto di questi moduli è sempre stato pagato dalla Sge, non gravando quindi sulle casse dell’Adsu.

Dal 2 gennaio se Sge non proseguirà col pagamento dell’affitto così come comunicato all’Adsu, si rischia di dover smontare le attrezzature per consentire alla Sge di riprendersi i moduli, poichè l’Adsu non potrà con semplicità prenderli in affitto, nè tantomento acquistarli in un batter d’occhio, sia per un bilancio ridotto all’osso a causa dell’esiguità delle risorse destinabili a servizi messe a disposizione della Regione per le Adsu, sia per le elementari regole che l’Adsu deve rispettare nel settore degli affitti e degli acquisti.

Bisogna evidenziare come lo stato emergenziale dell’Ateneo non sia affatto finito, tanto che anche l’esenzione delle tasse è stata prorogata per altri 3 anni.

La SGE e il Commissario Chiodi devono per questo prorogare l’affitto delle strutture Algeco e la messa a disposizione delle stesse per l’Adsu.

Nella situazione attuale se i moduli Algeco venissero smontati tutte le sedi universitarie rimarrebbero senza i servizi mensa e bar poichè il polifunzionale di Pile non è ancora stato aperto e il polifunzionale di Coppito versa ancora in condizioni di abbandono.

L’Unione degli universitari chiede che SGE garantisca il pagamento dell’affitto delle attuali strutture, di cui è proprietaria, che ospitano mensa e bar nel Polo Coppito e nel Polo Ex-Optimes, oltre il 31 dicembre 2011, in modo da assicurare il servizio mensa e bar per l’intero anno accademico corrente, e chiede a Chiodi, nella duplice veste di Commissario e di Presidente della Regione, di firmare prima della fine dell’anno la proroga dell’affitto e della assegnazione sino alla ricostruzione del polifunzionale di Coppito, che proprio alla Regione stessa spetta, affinchè si possa tornare ad usufruirne.

Vanno inoltre ricordate le grandi proteste portate avanti lo scorso anno dagli studenti per il ripristino di un servizio mensa, mancato per ben sei mesi, nei diversi poli d’ateneo.
Appare incredibile che nelle condizioni già così devastanti dei servizi agli universitari, si debba constatare, a 10gg dalla scadenza dell’attuale affitto/assegnazione, che sia reale il rischio che con il nuovo anno persino le mense sostitutive rischino la chiusura.
In questa città non sono certo gli studenti, tornati a dare una speranza di ripresa per il futuro dell’Università e dell’Aquila, a meritare il carbone nella calza.

I commenti sono chiusi