Trasporti dedicati per gli universitari. Udu L’Aquila:inizia l’anno accademico e finora solo chiacchiere.

Pubblicato il 30 settembre 2012 | Autore: | Categoria: Comunicati Stampa, Primo Piano

Dall’anno accademico 2009/10 gli universitari aquilani hanno potuto usufruire del servizio di trasporto extra urbano su gomma diretto e gratuito che ha permesso a molti di seguire le lezioni ovviando alle difficoltà post sisma e quindi alla carenza di alloggi disponibili.
Durante l’incontro del 27 Giugno scorso, tra l’Unione degli Universitari, esponenti del Comune dell’Aquila e della Regione Abruzzo, la D.ssa Carla Mannetti ci ha assicurato un avanzo, dai fondi inizialmente stanziati, di una somma che avrebbe consentito, dal punto di vista economico, di proseguire il servizio di autobus diretti gratuiti anche per l’anno accademico 2012/2013.
Conseguentemente, in una nota del 23 Luglio inviata dalla Regione al Ministro Barca si faceva richiesta di un atto normativo che permettesse di proseguire con il trasporto dedicato gratuito per gli studenti universitari.
Ma da allora da parte del Ministro c’è stato solo silenzio e ad oggi, con l’attività didattica che si appresta ad iniziare, siamo stati solo “rassicurati” e liquidati con un ministeriale: “Gli universitari hanno diritto a questo servizio e non saranno cavilli burocratici ad interromperlo”.
Alle parole seguano i fatti, che attendiamo da luglio, e non inutili slogan propagandistici.
L’Unione degli Universitari chiede che si provveda immediatamente a costriure le norme e gli atti necessari affinchè il servizio di trasporto extra-urbano possa riprendere, dimostrando con i fatti e non solo a parole che si crede in una città universitaria.

3 commenti
Lascia un commento »

  1. Quello che volevo dire è una cosa sola.

    Anch’io sono uno studente universitario de L’Aquila ed è quindi ovvio che anche a me farebbe molto piacere avere anche per questo anno un servizio di trasporto gratuito in quanto sono un pendolare.
    Credo però che non sia più giusto averlo.
    Sono pienamente d’accordo nella mano che ci è stato dato nel periodo immediatamente successivo al terremoto, periodo in cui non c’erano case da affittare e gli affitti erano saliti alle stelle.
    Ora però la situazione è cambiata di molto.
    Ci sono molte case e i prezzi diciamo che in media sono tornati nella norma ( chi fa il furbo e affitta a prezzi astronomici è rimasto ma queste persone si trovano sempre).
    Ora la mia domanda è:
    a prescindere da quello che ci è stato promesso, e che quindi è giusto che ci venga dato, perchè dovremmo avere ancora un servizio di trasporto gratuito?
    Qual è la differenza tra noi ed i pendolari di Ascoli, Chieti o Pescara giusto per citare alcune città a noi vicine?
    Io credo, e lo dico a mio svantaggio, che il servizio dovrebbe tornare a pagamento in linea definitiva e che anzi siano durati fin troppo questi vantaggi a noi concessi. 

  2. Ciao. Innanzitutto grazie per quello che fate.

    Oltre il servizio di trasporto gratuito che sarebbe fantastico avere, penso sia ancor più urgente dare una risposta sui percorsi ed i collegamenti alle sedi universitarie.

    In particolare per quanto mi riguarda e penso di parlare a nome di molti, la tratta che parte da avezzano è in pessima coincidenza con il servizio ama. Di conseguenza i tempi per raggiungere le sedi universitarie sono improponibili.

    A mio avviso le soluzioni possibili sono due:
    1- (soluzione preferibile) Far si che i mezzi arpa raggiungano le sedi universitarie, ospedale, reiss romoli, optimes. Si potrebbe anche pagare un ulteriore contributo di viaggio affinche ciò avvenga. L’ arpa deve svolgere un servizio pubblico e rispondere ad una certa domanda, che ad oggi proviene dalle sedi citate, e non si capisce per quale motivo i mezzi raggiungono le fabbriche e non le sedi universitarie.

    2- Potenziare i collegamenti e migliorare le coincidenze con i mezzi ama. Per quanto mi riguarda, raggiungere la sede di ingegneria con il percorso 99, no è affatto agevole.

    Grazie di tutto, e spero possiate intervenire il prima possibile. 

  3. Questo articolo nel titolo recita: 
    Trasporti dedicati per gli universitari. Udu L’Aquila:inizia l’anno accademico e finora solo chiacchiere.

    Questo titolo dovrebbe essere rettificato:
    Trasporti dedicati e gratuiti per gli studenti universitari:
    Inizia la seconda parte dell’AA 2012/2013 ed ancora sono solo chiacchiere!!!