Cos’è l’Udu?

logo udu L’Udu è una confederazione di associazioni studentesche composta da 30 realtà, presenti nei più importanti atenei italiani. All’Unione degli Universitari aderiscono ogni anno circa 10.000 ragazzi e ragazze attorno ad un modello organizzativo inedito in Italia: il sindacalismo studentesco.
Scarica l’inno dell’Udu

E’ stata fondata nel 1994 da un gruppo di studenti e studentesse che hanno creduto opportuno realizzare un modello associativo di stampo sindacale. La scelta del Sindacato Studentesco nasce dal riconoscimento della centralità dello studente e dei suoi bisogni, del suo essere soggetto sociale, e quindi autonomo dalla famiglia.

Porta avanti rivendicazioni orientate alla tutela dei diritti degli studenti e alla socializzazione dei loro bisogni materiali, si batte quotidianamente negli atenei per creare un sistema che garantisca il reale diritto allo studio, che dia la possibilità a chi è privo di mezzi di accedere alla formazione universitaria, che migliori le condizioni di chi studia, che assicuri a tutti gli studenti un sistema di rappresentanza in grado di promuovere la democrazia e la partecipazione studentesca in ogni ateneo, che garantisca il libero accesso al sapere.

Concorre con le proprie liste alle elezioni locali e nazionali per l’elezione dei rappresentanti degli studenti, conta un numero altissimo di rappresentanti eletti negli organi di Ateneo e di facoltà, inoltre l’UdU ha eletti nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e nel Consiglio Universitario Nazionale.

L’UdU è anche svago, concerti, rassegne cinematografiche, campeggi estivi, riviste, internet, cooperazione internazionale. Insomma è il luogo ideale se vuoi essere partecipe fino in fondo del mondo in cui vivi, se vuoi divertirti, se vuoi essere informato, se vuoi sentirti impegnato. Anche quest’anno l’UdU sarà lo strumento degli studenti in difesa del diritto allo studio e del diritto ad un futuro. Dalla rappresentanza alla vertenza, dalla battaglia locale a quella nazionale, perché l’Unione fa la forza. Anche la tua.

Pensa i tuoi diritti!

L’Unione degli Universitari associa ragazze e ragazzi per una politica che non isoli, che non faccia sentire soli, che non sia cosa diversa dalla risposta ai problemi quotidiani. Associa giovani per una politica come azione concreta e tensione ideale per intervenire sulle condizioni di vita degli studenti e modificarla secondo valori di uguaglianza nei diritti, differenza delle identità, solidarietà nei rapporti umani. Associamo interessi e disponibilità per migliorare, a partire dalle nostre università, la realtà che ci circonda. Associamo ragazzi e ragazze diversi tra di loro per conquistare obbiettivi reali di libertà e di emancipazione. Mentre la politica ufficiale tende a rimuovere il senso della partecipazione individuale l’associazionismo politico rappresenta uno strumento nelle mani degli individui. Crediamo fermamente nel volontariato come strumento forte che può unire le coscienze individuali di tanti ad una battaglia politica. Il nostro volontariato non è un atto di carità ma è accusa-denuncia-battaglia, è ribellione allo stato di cose esistenti. E’ l’alternativa che nasce giorno per giorno; è cambiare l’università oggi per cambiare il mondo domani; è la creazione di nuova socialità che contrasti la solitudine di massa.

Le Nostre Idee

L’Unione si batte per difendere e ampliare i diritti degli studenti e per difendere i diritti di chi suo malgrado all’Università non ha potuto accedere a causa della sua condizione economica. L’Unione si batte per rilanciare l’idea di un’università pubblica, perché fruita da tutta la collettività autonoma, perché gestita e governata consapevolmente da tutti coloro che la abitano, democratica, perché diretta con strumenti che garantiscano la partecipazione e la pari dignità di tutti. L’Unione si batte per una Università aperta a tutti e finanziata dalla fiscalità generale. In questa direzione, secondo noi, il “numero chiuso” non deve essere applicato in alcuna facoltà. L’Unione si batte affinché chiunque sia messo in grado di accedere all’università: aumentando il finanziamento pubblico per la formazione superiore, istituendo un fondo nazionale per il diritto allo studio che copra la totalità dei bisogni e attraverso importanti investimenti sul settore dell’edilizia. L’Unione si batte per modificare i criteri di accesso agli interventi di Diritto allo Studio (borse e alloggi) dando maggior peso alle reali condizioni di bisogno economico rispetto al merito. L’Unione si batte per contenere e diminuire la tasse universitarie e affinché esse siano fortemente progressive rispetto alle condizioni economiche. E’ importante, per consentire a chiunque di poter realmente mantenersi agli studi, che il diritto alla casa sia garantito, tramite la costruzione di residenze universitarie e tramite la regolamentazione del mercato degli affitti attraverso le aziende per il diritto allo studio. L’UDU si impegna ad una riforma della didattica che riporti la durata reale del corso alla durata legale; si batte inoltre, per ottenere un sistema di valutazione della didattica e la definizione di doveri dei docenti. Siamo per ridefinire lo Stato giuridico dei docenti e ci battiamo per uno Statuto nazionale dei Diritti degli Studenti, unica garanzia, in regime di autonomia, che i diritti degli studenti siano garantiti, tutelati e universalistici. L’Unione si batte affinché i giovani dei paesi in via di sviluppo possano studiare in Italia con l’ausilio di borse ed alloggi a loro appositamente destinati. L’Unione si batte affinché non siano posti ostacoli ai giovani laureati nell’accesso alle professioni e al mondo del lavoro.

Se vuoi migliorare anche tu la tua facoltà, la tua mensa, la tua condizione di studente, se vuoi cambiare l’Università per cambiare un pezzo del mondo entra nell’Unione !
Essere studenti vuol dire avere dei diritti
Essere dell’Unione vuol dire difenderli!

I commenti sono chiusi