Legge 133, Polo Coppito in assemblea il 22 ottobre

Pubblicato il 20 ottobre 2008 | Autore: | Categoria: In evidenza

I nostri rappresentanti delle Facoltà di Scienze MM. FF. NN., di Psicologia, di Biotecnologie e di Medicina stanno lavorando per l’assemblea sulla Legge 133, organizzata per mercoledì 22 ottobre, ore 11:30, presso l’Aula Tomassetti. Interverranno studenti, docenti e precari dell’intero Polo Coppito.
Tutti gli studenti sono ovviamente invitati a partecipare!

4 commenti
Lascia un commento »

  1. Ridicoli! andate a studiare fannulloni

  2. …bene bene!oggi é andata bene anche se secondo me eravamo troppo pochi…speriamo di ritrovarci in tanti davanti alla Prefettura per far vedere che ci SIAMO(tt insieme…contro) e NON CI STIAMO(a questa presa in giro)!

  3. francy, noi proprio perchè vogliamo studiare facciamo questo, proprio per il diritto all studio…non vogliamo finire in mano a degli imprenditori e non vogliamo che solon chi ha i soldi possa studiare.siamo qui perchè vogliamo un’università, una scuola pubblica…PER TUTTI!e un’università, una scuola che sia valida, che paghi i nostri professori per quello che fanno, e soprattutto che abbia abbastanza professori che possano insegnare a tutti gli alunni che si trovano davanti. Togliere dei professori(su 5 in pensione 1 a lavoro!) credo sia un’assurdità, già vivo nella mia facoltà seguendo corsi insieme ad altre 400 persone, e credimi è una cosa quasi impossibile, figuriamoci quando non ci saranno gli insegnati!
    certo mi dirai, quando le tasse si saranno alzate a livelli stratosferici nessuno andrà più all’università…ma è proprio contro questo che ci stiamo battendo! IL DIRITTO ALLO STUDIO PER TUTTI!!!

  4. Francy, mi dispiace che tu prenda una contestazione come un cumulo di fannulloni che gridano. Purtroppo, forse, sei portata a pensare questo perché i telegiornali (e l’informazione in generale) non parlano d’altro. Ci sono persone che fino a 1 minuto prima della manifestazione lavoravano a progetti per esami universitari, altri che difendevano i nostri (quindi anche i tuoi) diritti nei rispettivi consessi, altri che terminavano un colloquio orale d’esame e prendevano il primo autobus possibile per arrivare in centro.
    Perciò, cara Francy, io al posto tuo rifletterei, prima di dare del fannullone a qualcuno del quale non si conosce né l’identità né tanto meno l’occupazione.
    Ti invito a conoscere di persona tali attività, in modo da renderti conto di aver preso un abbaglio 🙂