Udu: incontro tra studenti e Regione sul Dsu all’Aquila

Pubblicato il 22 novembre 2010 | Autore: | Categoria: Primo Piano

Una delegazione di studenti e lavoratori ha incontrato oggi il Presidente Gianni Chiodi, l’Assessore al Diritto allo Studio Paolo Gatti, il commissario dell’Adsu Francesco D’Ascanio e il vicepresidente del Consiglio Regionale, Giorgio de Matteis.
Gli studenti hanno posto tutti i problemi sollevati dalla manifestazione del 17 novembre e su cui si chiedono risposte alla Regione Abruzzo e alla Struttura Commissariale per l’Emergenza Terremoto.
Sul CAS per gli studenti universitari c’è stata la disponibilità ad eliminare i requisiti di merito per il rinnovo del contributo, permettere la presentazione di contratti di locazione di durata fino a 6 mesi e l’accesso al contributo anche a chi risiede nella Campomizzi o alla San Carlo Borromeo.
La disponibilità sulla cancellazione dei requisiti di merito da parte della struttura commissariale è subordinata però alla scelta dell’Ateneo di eliminare il vincolo degli 8 CFU, per l’accesso alla gratuità delle tasse.
L’Udu coglie quindi l’occasione per ribadire la necessità che l’Ateneo elimini nel Senato Accademico del prossimo 24 novembre questo vincolo, permettendo a tutti gli studenti di accedere alla gratuità delle tasse e, di riflesso, al Cas.

Sui servizi collettivi, bar e mensa, non sono state fornite date certe di apertura, nonostante le pressanti richieste degli studenti. Sulla ristrutturazione della struttura polifunzionale di Coppito continua il silenzio della Regione.
Sul richiesto aumento nel bilancio regionale del fondo regionale sul DSU, c’è stata una sostanziale chiusura da parte della Regione, anche se l’Assessore Gatti ha garantito per l’Aquila una maggiore quota di riparto del Fondo Nazionale.

L’Udu considera importante che si sia avviato un confronto con la Regione Abruzzo, fermo rerstando distanze su alcuni temi e margini di trattativa su altri, ritiene fondamentale tenere in piedi tavolo di confronto fino al superamento dell’emergenza diritto allo studio all’Aquila.

24 commenti
Lascia un commento »

  1. Bravi ragazzi…bel lavoro! 😉

  2. ma il contratto deve essere sempre nei comuni del cratere?

  3. ragazzi buongiorno
    io sono della campomizzi e insieme ad altri amici della campomizzi e della residenza san carlo ci siamo recati ieri al comune per la consegna del rinnovo del CAS e ci hanno detto che non sapevano nulla a riguardo di quanto deciso e quindi non ci hanno fatto consegnare la domanda.Come dobbiamo fare?
    grazie per l’ottimo lavoro che fate
    ciao

  4. Infatti ragazzi…avete notizie x il CAS 2010/2011??? E del 28° elenco??? Quello di Luglio 2010???

  5. […] all’abrogazione degli 8 CFU da parte dell’Ateneo aquilano e in seguito all’incontro con la Regione svoltosi lo scorso 22 novembre, nel quale il Presidente Chiodi si impegnava a rimuovere i requisiti […]

  6. Rimane sempre il fatto che, chi al 6 aprile 2009 stava  in un edificio che ora è stato sistemato ed è agibile non potrà più rinnovare il cas, anche se ha un contratto d’affitto per l’anno 2010-11. Potevano comunque dare un contributo a tutti gli studenti che hanno preso casa a L’Aquila, e non solo a quelli che avevano un affitto (risalente al 6 aprile )di una casa ancora oggi inagibile.

  7. ma non si sa niente sulla modifica dei requisiti per la richiesta CAS?

  8. […] che, nella riunione del 22 novembre, la Regione Abruzzo si è impegnata ad accogliere tali richieste, ma ad oggi nessun provvedimento […]